13 piante sfortunate da bandire dalla vostra casa

Photo of author

By Sam

Ci sono piante che, secondo le ingiunzioni del Feng Shui, sono associate sia alla buona che alla cattiva sorte.

Così come alcune piante portano fortuna, altre portano sfortuna, secondo il Feng Shui, che invita a selezionare con cura le specie a cui aprire le porte della propria casa. Naturalmente non esiste alcuna prova scientifica che queste piante attirino la sfortuna, ma esistono credenze, tradizioni e pratiche che associano alcune varietà alla sfortuna, a seconda di come e dove vengono collocate.

Queste piante attirano la sfortuna senza che voi ve ne rendiate conto

Nel corso degli anni, alcune correnti mistiche hanno cercato di spiegare il flusso di energia nella vita e il Feng Shui è una di queste. Questa pratica orientale cerca l’armonia fisica ed emotiva attraverso l’ordine degli elementi nella casa, e le piante ne fanno parte. Alcune specie sono associate alla buona o alla cattiva sorte e la maggior parte di esse dipende dal modo in cui le si tiene in casa.

Ortensie

Secondo il Feng Shui, questa pianta simboleggia la solitudine, il fallimento e l’isolamento. Se vi piacciono le ortensie, è meglio posizionarle all’esterno, in modo che non inondino la vostra casa di questi elementi negativi.

Gerani

I gerani non dovrebbero essere collocati all’interno della casa a causa della negatività che possono assorbire. È meglio collocare queste piante su terrazze o giardini, dove possono diffondere il loro colore e la loro gioia.

Scarpe da brivido

I rampicanti crescono verso il basso, riducendo l’energia vitale. È meglio tenerli all’esterno, ad esempio per decorare la porta d’ingresso o un pergolato. Potete anche usare i vostri rampicanti per aumentare naturalmente l’ombra nelle zone della vostra casa che ne hanno davvero bisogno.

LEGGERE  Questo tipo di soffitta può nascondere molti tesori, ed ecco perché

Il papavero

In alcune culture, il papavero è associato alla sfortuna, alla disgrazia e alla sfortuna perché tende a svanire rapidamente. Inoltre, è sempre stato usato come sedativo e il suo abuso è piuttosto pericoloso. Questo gli ha conferito una cattiva reputazione e si raccomanda di non averne in casa.goose.

Il vischio

In alcune regioni il vischio è un segno di buon auspicio. Durante il periodo natalizio, viene posto dietro le porte per attirare i buoni auspici. Tuttavia, in molte culture nordiche, la pianta è associata alla morte, in quanto il vischio veniva utilizzato nelle cerimonie funebri. È anche tossico se mangiato in abbondanza e ha proprietà allucinogene.

Pothos

Il pothos è una delle piante rampicanti, ma bisogna sapere che questa specie assorbe energie e che, secondo il Feng Shui, più di tre pothos in casa possono causare un forte squilibrio. È meglio posizionarlo vicino alla porta d’ingresso o a una finestra, in modo che possa emettere la sua energia senza temere di essere troppo disturbato.

Lingua di suocera

Può sembrare contraddittorio dire che la lingua di suocera è una delle piante più efficaci per purificare l’aria, ma a causa delle sue foglie appuntite genera rifiuto e cattive vibrazioni, come già suggerisce il nome. Questo non significa che non si debba avere in casa, ma è meglio tenerla vicino alla porta d’ingresso, al terrazzo o alle finestre.

Garofani

I garofani sono utilizzati per decorare vari ambienti come sale da pranzo, soggiorni e persino bagni, ma secondo il Feng Shui questa pianta assorbe energia positiva e rilascia energia negativa. Quindi è meglio tenerli in giardino, sul balcone o in qualsiasi altro spazio esterno.

LEGGERE  Quale Dimensione di Vaso per il Mio Limoniero?

Il bonsai

Secondo i precetti del Vastu Shastra, una credenza tradizionale indù, il bonsai non dovrebbe essere installato all’interno di una casa o di un appartamento. Dovrebbe invece essere collocato all’esterno, su una terrazza o un balcone. Il motivo è la convinzione che i bonsai siano l’incarnazione di un albero malato con una crescita ridotta.

L’azalea

Secondo il Feng Shui, le spine dell’azalea tendono ad amplificare le tensioni in casa. Si consiglia di metterla all’esterno, ad esempio sul balcone, per evitare che le cattive vibrazioni entrino in casa.

La pianta del cotone

Sebbene la pianta del cotone sia particolarmente attraente, con il suo lungo stelo e il suo gomitolo immacolato che danno un tocco bohémien a un bouquet, si dice che porti sfortuna. Secondo le credenze induiste, questa pianta permette alla polvere di accumularsi più facilmente di qualsiasi altra, attirando in casa sfortuna e povertà.

Il cactus

Aumenta la povertà, la discordia, l’ansia e l’energia negativa di ogni tipo… Secondo le regole del Feng Shui, il cactus è una pianta che porta sfortuna. Si dice che le sue spine diffondano la sfortuna in casa, anche se i cactus e tutti i tipi di piante esotiche sono di moda. È meglio utilizzarlo all’esterno, ad esempio in un giardino di ispirazione mediterranea.

Fiori secchi

I fiori secchi sono spesso preferiti negli interni perché non appassiscono e conferiscono un fascino un po’ retrò alla stanza. Sebbene ricordino le case di campagna, secondo i principi del Feng Shui i fiori secchi portano sfortuna. Il fatto che siano appassiti e senza vita si dice che porti sfortuna e scacci la prosperità.